Accesso ai servizi

La Chiesa di San Giovanni

La Chiesa di San Giovanni


La chiesa di S. Giovanni Battista fu terminata il 24 Giugno 1600. Il 28 Agosto 1600 si celebrò per la prima volta il martirio di S. Giovanni perché a Giugno i contadini non potevano festeggiare poiché avevano da tagliare i bachi da seta.
Nel 1996, in occasione nel 57° anno di sacerdozio di don Bartolomeo Moretto, fu restaurata. Una curiosità: Ernesto, papà di don Bartolomeo, raccontava che da bambino, passando davanti alla chiesetta per recarsi al pascolo, udiva spesso terrificanti boati che provenivano dal suo interno.
In quel luogo di culto da troppo tempo non si celebrava una messa: questo si pensò. Il vescovo di Mondovì, monsignor Ressia, ordinò allora che si riprendessero le celebrazioni nel giorno del Patrono, 28 Agosto.
Da allora non si sentì più alcun rumore. Più tardi si decise di costruire accanto alla chiesa una scuola in maniera tale che gli alunni, al suono della campana, capissero di dover rientrare a scuola. In seguito è stato aggiunto al campanile un orologio perché il tempo venisse calcolato con maggior precisione.